imm evidenza

's[05]

Vero come la finzione.

30 novembre 2015 | 2 commenti

Mi sono ritrovata qualche tempo fa a valutare alcune foto di un “Arco” scovato da un’amica dubbiosa in un magazzino di provincia, per capire se fosse l’originale disegnato da Pier Giacomo e Achille Castiglioni nel 1962. Una volta ero integralista sulla questione. Per me preferire l’originale, anche a costo di rinunciarci per ragioni economiche, significava rispettare il designer che l’aveva creato, il suo investimento intellettuale, il valore storico del progetto e tutta una serie di massimi sistemi legati al concetto di unicità. Adesso me ne frego abbastanza. Quell’ “Arco” dalla dubbia autenticità porta in sé il ricordo di una mattinata unica in compagnia della mamma a frugare fra un mucchio di oggetti bizzarri. Questo basta a renderlo un oggetto unico, più di quanto lo siano quelli ben allineati in un catalogo e a volte acquistati solo perché considerati uno status symbol.

Un oggetto è bello se ha una storia da raccontare.

Dopo

Prima

Uno dei miei oggetti feticcio è il Pistillo, lampada che ricorda l’organo riproduttivo del fiore, disegnato nel 1970 dallo studio Tetratech per Valenti. Questo oggetto, come decine d’altri che hanno più o meno fatto la storia del design mondiale, spicca ancora nelle esposizioni dei più prestigiosi negozi di arredamento. Ma per me è più interessante trovarne uno della sua epoca, in un’asta, da un collezionista o in qualche mercatino sperduto fuori città.

Il mio “Pistillo” giaceva quasi completamente scrostato fra mille altri oggetti in un capannone. Invece di ripristinare la finitura originale cromata, ho enfatizzato l’effetto “fake” e l’ho verniciato bronzo satinato perché facesse rima con le tre applique industriali a finitura ruggine.

2 commenti

  • FRANCESCA scrive:

    Emozionante il testo che descrive a pieno sensazioni uniche magiche. Brava anche a scrivere.. brava ad arredare, brava a fotografare e a progettare.
    Michela, una donna Poliedrica.

Rispondi a michela Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *